iPhone 8 con Touch ID ottico, riconoscimento facciale e nuovo 3D Touch

L’affidabile analista Ming-Chi Kuo ha diffuso il suo ultimo bollettino firmato KGI Securities che anticipa ai suoi clienti le possibili caratteristiche che Apple sceglierà per l’iPhone in arrivo nel 2017.

iPhone 8, al centro delle novità dovrebbe esserci il reparto della sensoristica, con rinnovati sensori di pressione sullo schermo e

di riconoscimento delle impronte digitali, e un inedito sensore per il riconoscimento dei volti.

Il rumor sull’iPhone del decennale sono tutti concordi sul rinnovo del design (sembra l’anno buono!), con l’arrivo del tanto atteso display OLED flessibile edge-to-edge che coprirà il dispositivo da bordo a bordo. Per implementare sul nuovo pannello il suo 3D Touch, il metodo di input a pressione introdotto su iPhone 6s, Apple dovrà aggiornare la tecnologia sottostante: “dovrà probabilmente passare dall’attuale sensore FPCB [Flexible Printed Circuit Board] ad un sensore di pressione a film” con un supporto di metallo sottostante, così da assicurare maggiore sensibilità e robustezza.

Gli ingegneri Apple dovranno mettere mano anche al Touch ID, il sensore di riconoscimento delle impronte digitali utilizzato a partire da iPhone 5s per sbloccare il dispositivo e autenticare gli utenti. L’analista conferma le supposizioni nate degli ultimi brevetti depositati da Cupertino e dalla direzione ormai intrapresa dal mercato: il Touch ID di iPhone 8 non sarà più capacitivo ma ottico, così da poter essere “nascosto” sotto il pannello del display e poter operare a qualche millimetro di distanza dal dito dell’utente.

Secondo Ming-Chi Kuo, il riconoscimento delle impronte digitali verrà alla fine soppiantato da quello facciale, ma sembra ancora presto per una piena sostituzione. Quello che dovremmo vedere su iPhone 8 è una combinazione delle due tecnologie: volto e dita serviranno ad “aumentare la sicurezza delle transazioni” tramite un “bio-riconoscimento a due fattori”. Le principali sfide che Apple si trova ancora ad affrontare per una soddisfacente implementazione della tecnologia sono in termini di algoritmi, design dell’hardware e di sicurezza del database interno al dispositivo.

Altre novità che potrebbero arrivare su iPhone 8, non analizzate nel report ma suggerite da precedenti rumor, tra queste: ricarica wireless, certificazione IP68 e telaio in acciaio Inox. Il keynote di presentazione è ancora lontano: rumor e indiscrezioni ci faranno compagnia ancora per un bel pò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *